Assicurazioni Neopatentati: Guida al risparmio

0
183
assicurazioni neopatentati

Vuoi conoscere un modo per risparmiare sulle assicurazioni per neopatentati?

In questo post parleremo di come funziona un’assicurazione per neopatentati, quanto costa e come fare per risparmiare.

Inoltre, ti illustreremo quali sono le migliori polizze assicurative con le coperture più adatte alle tue esigenze, per poter viaggiare in piena sicurezza.

Nel corso degli ultimi anni il numero dei nuovi guidatori si è ridotto, grazie al miglioramento dei mezzi pubblici e perché sempre più persone preferiscono fare scelte più ecologiche ricorrendo alle bici.

Ma, nonostante questa diminuzione, rimane fondamentale guidare in sicurezza. Perciò è importante scegliere la giusta assicurazione. Continua a leggere per scoprire come fare la scelta giusta!

Assicurare i neo-guidatori

Stipulare una nuova assicurazione per i neopatentati spesso spaventa a causa dei costi elevati dei premi assicurativi. La categoria dei neo-guidatori comprende tutti coloro che hanno preso la patente da meno di 3 anni.

È, quindi, errato pensare che i neopatentati siano tutti coloro che abbiano meno di 20 anni. È l’inesperienza a determinare se un soggetto sia o meno un neopatentato. Proprio a causa di questa inesperienza, infatti, le compagnie assicurative rendono molto più oneroso sottoscrivere una polizza assicurativa.

Nonostante ciò, il premio dell’assicurazione varia in base all’età del soggetto che intende stipulare una nuova assicurazione per il proprio veicolo.

Le compagnie assicurative valutano come soggetti maggiormente a rischio coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 26 anni, pur non essendo neopatentati. Per tale motivo, è consigliabile sottoscrivere l’assicurazione dai 26/28 anni di età in poi.

È stato rilevato, in più, che l’età media delle persone che richiedono preventivi auto on-line è di 40 anni.

Ma quali sono i costi per l’assicurazione dei neopatentati? Continua a leggere per scoprire in quali città è meno costosa.

Assicurazioni neopatentati: Quanto costa?

In genere, i premi assicurativi per neo-guidatori possono raggiungere il 300% di quelli relativi ai normali guidatori “esperti”.

Il costo medio delle polizze assicurative è differente a seconda della città in cui si sottoscrive. Il premio può partire dai 1.200 euro per arrivare a superare persino i 3.000 euro. Ad esempio:

  • Verona: 1.200 euro
  • Milano: 1.400 euro
  • Cagliari: 1.500 euro
  • Bologna: 1.700 euro
  • Torino: 1.800 euro
  • Roma: 1.900 euro
  • Firenze: 2.000 euro
  • Palermo: 2.200 euro
  • Napoli: 3.100 euro.

Stipulare un’assicurazione, quindi, non è una scelta semplice, soprattutto in una città come Napoli, in cui il costo supera i 3 mila euro annui.

Questo, però, non deve scoraggiare i neopatentati, perché esistono diversi modi per risparmiare sulla propria polizza auto. I costi possono variare in base alle compagnie assicurative, per tale motivo è importante richiedere diversi preventivi per scegliere la polizza giusta in base alle esigenze e alle coperture offerte.

Ma è sempre necessario stipulare una nuova polizza assicurativa?

neo-guidatore

Assicurazioni neopatentati: Sono obbligatorie?

Non è sempre necessario sottoscrivere una nuova polizza assicurativa per un neopatentato, a meno che questi non abbia acquistato o ricevuto un’auto di sua proprietà.

Altrimenti, se il neopatentato utilizza il veicolo di qualcuno che appartiene al suo Stato di Famiglia, ci sono due possibili scelte da fare.

Nel caso in cui il soggetto neopatentato utilizzi in modo continuativo il veicolo intestato ad uno dei membri della famiglia, è importante segnalare alla compagnia assicurativa la presenza di un altro soggetto utilizzatore dell’auto. Questo è fondamentale nel caso in cui si sia sottoscritta una polizza che copre i danni solo del proprietario del veicolo (polizza personale).

Al contrario, nel caso in cui il neopatentato faccia un uso saltuario della vettura, non è necessario comunicare con la compagnia assicurativa. Non sarà doveroso, quindi, sottoscrivere una nuova copertura per i sinistri.

È, però, importante sottolineare che, nel caso in cui un neopatentato non è iscritto nella lista dei possibili guidatori del veicolo, il sinistro non verrà risarcito dalla compagnia assicurativa.

Nel caso in cui il neopatentato abbia un veicolo a suo nome, l’auto dovrà rispettare dei limiti di potenza e di peso imposti per legge. Infatti, la macchina deve avere un rapporto peso/potenza non superiore a 55kW e la potenza sviluppata dal motore non può essere superiore a 70 kW o 95 cavalli.

Assicurazioni neopatentati: Per non correre rischi

A prescindere dall’utilizzo del veicolo, è fondamentale non correre alcun rischio e tutelarsi da tutte le problematiche. In tal caso, è consigliabile sottoscrivere una tipologia di assicurazione che comprenda la copertura completa da tutti i rischi e danni per tutti i soggetti che guidano il veicolo.

Ovviamente, in questo caso il costo del premio assicurativo sarà di certo superiore, così come maggiore sarà la protezione garantita ai soggetti assicurati dalla polizza.

I neopatentati proprietari di una nuova auto sono pochi rispetto ai neopatentati che utilizzano le vetture dei propri familiari. Nel caso in cui il neopatentato sia proprietario di un nuovo veicolo, è obbligatorio sottoscrivere una nuova polizza assicurativa.

Come abbiamo già visto, questa scelta può essere molto costosa, ma i modi per risparmiare ci sono. Una soluzione molto utilizzata è quella del Decreto Bersani. Continua a leggere per scoprire di cosa si tratta!

Decreto Bersani

La legge numero 40 del Decreto Bersani, emanato nel 2007, stabilisce che è possibile, per i soggetti neopatentati, ereditare la classe di merito di uno dei propri familiari conviventi.

Per “familiare convivente” si intende un parente che faccia parte dello stesso Stato di Famiglia e che abbia la stessa residenza.

Questa soluzione è ottima poiché, in genere, si tratta di familiari che hanno già raggiunto la prima classe di merito. Partire dalla prima classe, anziché dalla 14esima, cioè la prima che si sottoscrive, garantisce un risparmio notevole, pur pagando più del titolare della prima classe.

La 14esima classe può costare dagli 800 ai 1.500 euro annui. Si tratta di una spesa molto elevata che il Decreto Bersani ha ridotto notevolmente.

Questa condizione può essere applicata solo nel caso di due veicoli simili.

Per poter fare ricorso al Decreto Bersani, è necessario presentare una richiesta esplicita alla compagnia assicurativa esibendo il documento dello Stato di Famiglia. Questo può essere richiesto, infatti, all’Ufficio Anagrafe della propria città di residenza.

Tuttavia, non può essere fruita da chi aderisce alle formule assicurative a libro matricola “RC Auto gratuita per un anno” all’acquisto della nuova vettura.

Si tratta di una possibilità ottima per stipulare un’assicurazione per neopatentati senza dover affrontare una grossa spesa.

L’importanza delle classi di merito

Oltre all’età e all’esperienza di guida, anche la classe di merito di appartenenza rappresenta uno dei fattori che contribuisce all’ammontare del premio assicurativo.

Di anno in anno, la classe di merito di ogni guidatore viene aggiornata in base al numero di sinistri registrati.

In caso di sinistro, il neopatentato salirà di ben 2 classi di merito e quindi passerà dalla 14° alla 16°. Se invece nei 12 mesi ha provocato 2 incidenti salirà fino alla 18° classe, che è la più alta.

Se durante il primo anno di assicurazione il neopatentato non è coinvolto in nessun incidente da lui provocato, allora passerà dalla 14° alla 13° classe.

Ma è fondamentale scegliere la migliore polizza assicurativa per neopatentati anche in base alla copertura, non solo al prezzo del premio da corrispondere.

In seguito ti proporremo quali sono le migliori coperture a tua disposizione e quali assicurazioni sono adatte ai neopatentati che sottoscrivono una nuova polizza assicurativa.

Continua a leggere per scoprire quali sono…

polizza assicurativa

Assicurazioni neopatentati: Quale copertura scegliere

Chiunque stipuli un’assicurazione auto, è automaticamente assicurato da RC Auto, che rappresenta una sorta di “pacchetto base” del proprietario del veicolo. Questa polizza protegge soltanto il proprietario del veicolo. Per tale motivo è importante estendere l’assicurazione anche sugli altri guidatori, scegliendo la polizza assicurativa più adeguata. La polizza assicurativa RC Auto è obbligatoria, al contrario delle altre assicurazioni accessorie. Per tale motivo le altre costano di più.

Ci sono molte assicurazioni accessorie pensate per le differenti esigenze dei guidatori, che consentono di personalizzare la propria assicurazione auto. Sono tantissime le coperture proposte, alcuni esempi sono:

  • Tutela legale
  • Copertura infortuni al conducente
  • Assistenza stradale
  • Assicurazione Kasko
  • Furto Incendio

L’assicurazione Kasko copre da tutti i danni accidentali ed è la garanzia che indennizza qualsiasi danno. Tra i danni coperti vi sono anche quelli causati dal guidatore inesperto che abbia torto e può essere estesa anche in caso di atti vandalici e fenomeni naturali.

La polizza Furto incendio, invece, è un’assicurazione accessoria utile soprattutto nel caso in cui la stipula della prima assicurazione a carico del neopatentato riguardi un veicolo appena acquistato.

Con questa polizza viene rimborsato il furto e i danni causati dal tentato furto del veicolo. Inoltre, rimborsa in caso di incendio dell’auto, riconoscendo un indennizzo pari al valore dell’auto nuova per un periodo di tempo prestabilito, a partire dalla data di immatricolazione. In genere si tratta di un tempo di 6 mesi.

Altrimenti, nel caso in cui il veicolo non sia nuovo, il rimborso viene calcolato sulla base del prezzo di mercato dell’usato.

Negli ultimi tempi è sempre più richiesta, tra le assicurazioni accessorie, l’assistenza stradale che offre supporto immediato in caso di incidenti o malfunzionamenti della vettura.

Assicurazioni neopatentati: Le migliori polizze

Esistono compagnie assicurative che prevedono soluzioni assicurative esclusivamente dedicate ai neopatentati, altre, invece, che non prevedono alcuna distinzione tra neopatentati e non.

Prima di scegliere una nuova compagnia assicurativa, è consigliabile richiedere diversi preventivi senza impegno per poter valutare qual è la migliore per le proprie esigenze.

Di seguito vogliamo proporti alcune tra le migliori assicurazioni per neopatentati presenti sul mercato.

Patto per i giovani di Allianz Assicurazioni è la polizza dedicata ai guidatori minori di 27 anni di età. Questa assicurazione nasce dalla collaborazione tra la Polizia Stradale, Ania e alcune tra le maggiori Associazioni dei Consumatori. Prevede uno sconto del 20% sul premio RC Auto per i neopatentati che rispettano le regole comportamentali stabilite. Ecco tutti i dettagli di Patto per i giovani di Allianz!

Family & Friends di Con te.it è l’assicurazione auto e moto che permette di assicurare il secondo veicolo familiare risparmiando fino al 25% sul premio RC Auto e sulle garanzie Incendio e Furto, Kasko e Mini Kasko. L’offerta arriva al 30% nel caso della moto.

L’offerta può essere utilizzata anche con gli amici, condividendo la propria targa. La promozione Friends & Family è valida solo per l’acquisto di nuove polizze che non risultano già assicurate con ConTe.it o con contratto scaduto da meno di 6 mesi. Scopri come funziona Conte.it!

Axa assicurazioni offre una delle polizze più personalizzabili del mercato. È possibile, infatti, stabilire quale protezione si desidera per il proprio veicolo e il sito calcola un preventivo in base alle tue esigenze. Accedi alla pagina per richiedere un preventivo gratuito e senza impegno!

Limiti dei neopatentati

Le limitazioni per i neopatentati sono diverse in base agli anni di esperienza. Infatti, per il primo anno ai neopatentati non è consentito guidare vetture di potenza superiore i 55Kw/t, mentre per le autovetture è previsto il limite di potenza pari a 70 chilowatt.

Sono, altresì, importanti, i limiti di velocità che i neopatentati devono rispettare. Per i primi tre anni il limite è di 100 km/h in autostrada, mentre sulle strade extra-urbane il limite di velocità si ferma a 90km/h.

Inoltre, sono previste pesanti sanzioni per i neopatentati che si rimettono alla guida dopo aver assunto alcool, anche se in piccole quantità. La tolleranza, soprattutto il caso di guida in stato di ebbrezza, è ormai pari a zero.

Il codice stradale è diventato, negli anni, sempre più duro nei confronti dei neo-guidatori. Infatti, in caso di violazioni e infrazioni, al neopatentato vengono decurtati il doppio dei punti sulla patente, oltre alla multa da pagare. Le sanzioni per i nuovi guidatori sono molto dure e possono arrivare fino alla sospensione della patente.

Per concludere, possiamo ben dire che l’assicurazione per neopatentati è di fondamentale importanza, soprattutto a causa della loro insufficiente esperienza di guida. Le polizze assicurative convenienti sono tante e ognuna offre diversi vantaggi.

Adesso che conosci tutte le informazioni sulle assicurazioni per neopatentati, scopri quali sono le assicurazioni detraibili con la nostra guida!

Scopri, inoltre, come scegliere un’assicurazione auto a rate leggendo questo articolo. Troverai tutte le migliori offerte presenti sul mercato e quella più adatta alle tue esigenze!

Se l’articolo ti è stato utile, continua a seguirci per restare aggiornato su tutte le novità che riguardano il mondo della finanza e scoprire guide utili per i tuoi risparmi! A presto con altri interessanti articoli!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui