Assicurazione obbligatoria avvocati sanzioni: Tutti i dettagli

0
181
Assicurazione obbligatoria avvocati sanzioni

Assicurazione obbligatoria avvocati sanzioni: hai ancora le idee confuse e vuoi capirci di più?

Leggi l’articolo per scoprire quali sono gli obblighi legati alla figura professionale, la normativa vigente e le sanzioni previste in caso di mancato rispetto della legge.

Negli anni è stata fatta molta confusione sulla normativa in fatto di assicurazione obbligatoria per gli avvocati. Le sanzioni legate a tale obbligo sono onerose e rischiose per la carriera del professionista, come vedremo più avanti.

Per tale motivo è necessario fare chiarezza sulla questione. Continua a leggere l’articolo per comprendere meglio quali sono le condizioni da rispettare e perché è importante l’assicurazione professionale.

Le novità della Riforma delle Professioni

Per la maggior parte delle categorie professionali è prevista un’assicurazione obbligatoria che protegge i lavoratori dai danni causati dallo svolgimento della propria attività professionale.

Dal 2012, quest’obbligo è stato introdotto per la prima volta anche per la categoria degli avvocati. Dopo una lunga controversia, è stato rinnovato l’obbligo nel 2016.

Con il DPR 137 del 2012, noto come Riforma delle Professioni, è stato introdotto un cambiamento significativo per i professionisti di tutti i settori. Una delle novità più importanti è stata, infatti, la stipula di un’assicurazione di Responsabilità Civile professionale obbligatoria.

La copertura RC professionale garantisce una tutela per il professionista e per i suoi clienti, per le conseguenze derivanti dai danni causati a terzi nel corso dello svolgimento dell’attività professionale.

L’assicurazione obbligatoria per avvocati è una garanzia per i danni:

  • Patrimoniali
  • Non patrimoniali
  • Indiretti
  • Permanenti
  • Temporanei
  • Futuri

La polizza assicurativa, inoltre, copre la responsabilità civile connessa ad eventi colposi o dolosi di collaboratori e dipendenti del professionista legale.

Ma vediamo quali sono le norme che regolano l’assicurazione obbligatoria degli avvocati e le sanzioni.

legge assicurazione professionale

Assicurazione obbligatoria avvocati sanzioni: Normativa

Le leggi che hanno introdotto l’obbligo in questione, sono state oggetto di scontri e cattive interpretazioni. Per tale motivo, il legislatore si è trovato in diversi momenti a dover intervenire nella disciplina dell’assicurazione obbligatoria per avvocati.

Infatti, una delle norme che regolano l’argomento è l’articolo 12 della Legge 247 del 2012. Questa legge introduce e regola l’obbligo dell’avvocato di dotarsi di una polizza assicurativa a copertura della responsabilità civile derivante dall’esercizio della professione. In più, tale obbligo viene esteso ad una polizza destinata alla copertura degli infortuni subiti dai propri collaboratori nello svolgere la propria attività.

Con il DPR 137 del 2012 vengono stabilite le condizioni minime essenziali approvate dal Ministero della Giustizia, sentito il Comitato Nazionale Forense, omogenee per tutti. L’assicurazione, infatti, deve risultare di qualità elevata e a tutela, non solo dei terzi e dei collaboratori, ma degli avvocati stessi.

Il DM del 22/09/2016 prevede, inoltre, l’obbligo di stipulare un’adeguata polizza assicurativa di responsabilità civile e per gli infortuni. In più, questa norma stabilisce anche dei massimali minimi da rispettare insieme ad una garanzia minima.

A partire da giorno 11/10/2017 ogni avvocato ha l’obbligo di consegnare una copia della sua assicurazione al Servizio Nazionale Forense.

Assicurazione obbligatoria avvocati sanzioni: Chi deve stipulare la polizza

Come abbiamo già visto nelle diverse normative, l’avvocato ha l’obbligo di stipulare la polizza assicurativa. Ma quali sono gli altri soggetti interessati che devono stipulare detta polizza?

Nel caso della polizza assicurativa della Responsabilità Civile:

  • Professionisti abilitati alla professione regolarmente iscritti all’Albo degli Avvocati
  • Studi associati
  • Società tra professionisti

Invece, nel caso della polizza assicurativa contro gli infortuni, questa deve essere stipulata a favore di:

  • Avvocati
  • Praticanti
  • Dipendenti

Per praticanti e dipendenti, vi è l’obbligo solo nel caso in cui non sia operante la copertura assicurativa obbligatoria dell’Inail.

La polizza assicurativa deve coprire la responsabilità:

  • Civile dell’avvocato per qualsiasi tipo di danno causato al cliente e a terzi nello svolgimento della sua attività professionale
  • Anche per colpa grave
  • Per fatti dolosi o colposi dei collaboratori, dipendenti o sostituti processuali

sanzioni polizza assicurativa avvocati

Le sanzioni

Le sanzioni previste in violazione dell’obbligo, sono disciplinate dal comma 2 dell’articolo 5 del DPR 137 del 2012. Il comma, infatti, stabilisce che la violazione dell’obbligo costituisce un illecito disciplinare e deontologico.

L’ente competente è il Consiglio di Disciplina che è il responsabile dell’accertamento dell’effettiva violazione dell’obbligo.

Nel caso in cui questo abbia accertato la violazione della normativa, è suo compito applicare l’idonea sanzione disciplinare, in relazione al caso specifico.

L’ordine professionale competente per ciascun ambito specifico, identifica le sanzioni pecuniarie e di sospensione temporanea della professione che ritiene più adatte secondo i principi di proporzionalità.

Le sanzioni previste sono:

  • Radiazione dall’Albo professionale
  • Censura professionale
  • Sospensione della professione per un massimo di due anni
  • Sanzione pecuniaria

Il sistema sanzionatorio definito del legislatore per il mancato rispetto dell’obbligo di sottoscrivere un’assicurazione professionale è economicamente dispendioso, nonché rischioso per la carriera del professionista.

L’applicazione della sanzione viene, quindi, inflitta dal Consiglio di Disciplina, secondo il principio di proporzionalità. La sanzione assegnata deve essere adeguata e proporzionale all’infrazione.

A causa delle dure sanzioni imposte dalla norma, alcuni enti hanno scelto di battersi a tutela dei professionisti. Per gli avvocati, l’ente schierato a loro favore è Esedra Broker divisione Professionisti, che ha deciso di fornire una soluzione alle problematiche dei professionisti che percepiscono redditi più bassi.

Questo ente, infatti, permette di stipulare una convenzione per abbattere i costi di stipula della RC professionale ed infortuni obbligatori per legge.

Riscontro

Risulta, da diverse indagini, che solo un terzo dei professionisti sia privo della polizza assicurativa RC professionale obbligatoria per legge.

I motivi principali del mancato rispetto di tale obbligo, sono:

  • Costi troppo elevati
  • Mancanza di una corretta e chiara comunicazione e informazione. Ciò genera timore verso le polizze assicurative per professionisti
  • Scarsa preparazione degli agenti assicurativi nel rispondere alle richieste specifiche dei professionisti italiani
  • Incapacità delle compagnie assicurative italiane di offrire pacchetti idonei a soddisfare le reali esigenze dei professionisti.

Tuttavia, il mercato assicurativo propone svariate soluzioni per professionisti, sia mediante portali web dedicati, sia attraverso i canali tradizionali di collocamento del prodotto assicurativo tramite agenti e broker assicurativi.

In conclusione, la polizza assicurativa ha lo scopo di proteggere i clienti dal professionista e il patrimonio personale dell’avvocato.

Per l’assicurazione obbligatoria degli avvocati, le sanzioni sono opportune e molto gravi in alcuni casi, ma ciò sottolinea l’importanza di sottoscrivere detta polizza.

Se l’articolo ti è stato utile, continua a seguirci e scopri anche quali sono le assicurazioni detraibili e come fare richiesta per la detrazione!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui