Assicurazione cane obbligatoria: tutto quanto c’è da sapere

0
274

Stai cercando informazioni riguardo all’assicurazione cane obbligatoria?

Ne vuoi sapere di più e soprattutto, capire esattamente se è un obbligo sottoscrivere una polizza assicurativa per il tuo amico a quattro zampe? Niente di più semplice. Prosegui nella lettura e scoprirai tutto quanto c’è da sapere sull’argomento.

Assicurazione cane: i precedenti

Fino al 2009, vigeva una sorta di “black list” delle razze canine considerate pericolose, o particolarmente aggressive, per le quali era previsto l’obbligo di assicurazione. In particolare, si trattava di sottoscrivere una polizza Rc per danni a terzi causati dal cane. Nel marzo 2009, tuttavia, un’ordinanza emanata dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ha di fatto cancellato quella “black list”.

Il principio posto in essere in quell’occasione era che i proprietari dei cani sono sempre responsabili – sia civilmente sia penalmente – dei danni o lesioni arrecati dai propri cani, quindi a prescindere dalla razza. In pratica, l’ordinanza stabilisce che non è l’appartenenza a una particolare razza che rende necessaria l’assicurazione, quanto il comportamento del proprietario che provvede alla gestione del cane stesso. In questo modo, cadeva l’obbligo di assicurare i cani che erano stati inseriti in quella lista.

Assicurazione cane obbligatoria: la normativa

L’Art. 3 comma 4 dell’Ordinanza del 6 agosto 2013, emanata dal Ministero della Salute, invece, ha stabilito che i proprietari dei cani la cui razza è presente nel “Registro dei cani dichiarati a rischio elevato di aggressività”, sono obbligati a sottoscrivere una polizza RC per danni contro terzi. Il Registro è redatto e aggiornato dai medici veterinari. L’assicurazione per animali domestici è obbligatoria su segnalazione del veterinario, oltre che nel caso che il cane – a prescindere dalla razza e dalla taglia – sia stato “protagonista di morsicatura e aggressione”.

L’obbligatorietà dell’assicurazione è legata alla segnalazione del cane nel Registro. Per tutti gli altri casi, invece, rimane facoltativa, anche se sempre consigliata. L’Art. 2052 del Codice Civile stabilisce, infatti, che i proprietari sono responsabili dei danni causati dai propri animali. L’assicurazione sugli animali domestici non è obbligatoria, ma lo diventa – come abbiamo visto – in un caso specifico, legato alla “pericolosità del cane”.

Quando l’assicurazione diventa obbligatoria

Come anticipato più sopra, il Registro è curato e gestito dalle Asl. All’interno del Registro sono i veterinari ad annotare l’identità del cane e le indicazioni relative alla pericolosità, stabilendo, quindi, eventuali misure preventive o terapeutiche, oltre all’indicazione di rischi rilevati. Queste indicazioni portano all’obbligatorietà di stipula di una polizza assicurativa di responsabilità civile, oltre a quello di condurre il cane a passeggio munito di guinzaglio e museruola. Ciò è richiesto, in particolare, se il cane è segnalato come “morsicatore” o “con problemi comportamentali”.

assicurazione cane obbligatoria
Assicurazione cane obbligatoria

La convenienza dell’assicurazione

L’assicurazione presenta una sua convenienza, dal momento che garantisce una copertura per danni involontariamente arrecati a terzi dal proprio cane, che possono essere in alcuni casi anche molto elevati. Le soluzioni assicurative sono numerose e diversificate, e possono tutelare i danni, ma anche coprire spese mediche e assistenza. Comunque, le polizze hanno una copertura più ampia rispetto alle assicurazioni generiche, con un costo più elevato. Al contrario, le polizze di Responsabilità civile capofamiglia, con un costo inferiore, coprono eventuali danni causati da animali.

Come funziona l’assicurazione

Quando si sceglie di far entrare nella propria vita un cane, è necessario pensare anche a tutelarlo e, allo stesso tempo, a prevenire i possibili danni che potrebbe arrecare ad altre persone. Purtroppo, in molti casi, solo dopo il verificarsi di un incidente, ci si rende conto di quanto sarebbe stato utile avere un’assicurazione.

Un discorso che non è valido solo in relazione a cani particolarmente grandi e più naturalmente propensi all’aggressività, ma anche a quelli più docili e tranquilli. Inoltre, le polizze pensate appositamente per gli animali domestici mettono al riparo il proprietario anche sotto l’aspetto delle spese mediche e legali, oltre a quelle strettamente legate ai danni a terzi.

La copertura assicurativa

L’assicurazione garantisce una copertura che riguarda differenti aspetti connessi alla vita  del cane:

  • Spese per i danni arrecati a terzi

Sono le spese che possono dipendere da un comportamento diretto del cane, comprese quelle relative a danni causati dall’animale che, sfuggendo al controllo del padrone, provochi un incidente.

  • Spese sanitarie

Sono le spese che si rendono necessarie nel caso il cane si procuri un danno fisico, originando quindi la necessità di cure mediche più o meno ingenti, insieme al costo di farmaci ed eventuali interventi chirurgici.

  • Spese legali

In questo caso, si tratta di spese derivanti dal coinvolgimento di avvocati e consulenze legali in seguito a danni procurati dall’animale. Queste, inoltre, comprendono la possibilità di rifarsi contro terzi in caso di maltrattamenti o danni subiti dal cane.

assicurazione cane obbligatoria
Quando si sceglie di far entrare nella propria vita un cane, è necessario pensare anche a tutelarlo e, allo stesso tempo, a prevenire i possibili danni che potrebbe arrecare ad altre persone

La scelta della polizza

Le polizze prevedono un pagamento mensile, trimestrale, semestrale o annuale. Il massimale di spesa viene prescelto al momento della stipula del contratto. Il massimale cresce in relazione alla livello di purezza della razza del cane. La spesa da sostenere va da un minimo di 50 euro mensili fino a un tetto di 160 euro al mese.

La maggior parte delle compagnie assicurative, inoltre, non paga l’assicurazione nel caso in cui i danni originati dal cane rappresentino una responsabilità del padrone. Le compagnie assicurative mettono a disposizione dei clienti la possibilità di effettuare preventivi online, per cui è facile comparare le diverse offerte, per poi scegliere il prodotto più adatto. In ogni caso, è sempre consigliabile controllare con attenzione tutte le clausole presenti nel contratto assicurativo, oltre naturalmente i massimali di pagamento.

Assicurazione cane obbligatoria: conclusioni

In linea di massima, l’assicurazione cane obbligatoria non dovrebbe rappresentare solamente il caso per mettersi al sicuro in relazione a un cane un po’ “vivace”. L’obbligatorietà, comunque, non è estesa a tutti i cani, ma solo a quelli inseriti nell’apposito Registro. Le polizze per gli animali da compagnia come il cane hanno motivo d’essere sottoscritte in ogni caso, coprendo ogni tipo di problematica.

E, per quanto riguarda le assicurazioni, prova a leggere anche questo articolo dedicato alle assicurazioni sulle casalinghe e scopri se l’assicurazione sulla vita conviene.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui